Cucinare, come lo fanno i moldavi!

About Tour

La cucina moldava rappresenta una sintesi delle ricchezze naturali di questa regione geografica: cereali, verdure, frutta. La cottura tradizionale da un lato e la posizione specifica della Moldavia al confine tra paesi con culture diverse, hanno influenzato il sistema alimentare dei moldavi in diversi periodi della storia.

La cucina moldava è stata preservata per secoli, assorbendo tutto il meglio della cucina greca, slava, bizantina e mediterranea. Una grande influenza sull'arte culinaria moldava è stata la cucina turca. Di conseguenza, il pasto moldavo di oggi attira non solo una tavolozza di assaggi, che si basa su una grande varietà di verdure, maiale, agnello, manzo, pollame, ma anche attraverso un ricco arsenale di tecniche di lavorazione culinaria. dei prodotti, presi dai paesi vicini.

Tuttavia, la cucina moldava si è sviluppata come originale, speciale, con caratteristiche specifiche individuali, riuscendo a combinare metodi culinari e combinazioni di prodotti, incompatibili a prima vista (carne con frutta, dessert con vino, frutta marinata ecc.).

Ci sono pochi piatti moldavi in cui le verdure non vengono utilizzate. Le verdure sono bollite, cotte, tritate, fritte, salate. Viene consumato come cibo separato e come contorno. Le verdure sono preparate in combinazione con tutti i tipi di carne (manzo, maiale, agnello, pollame, pesce). Sono anche usati come riempitivi per la cottura tradizionale (învârtită, plăcintă, saralii). L’aglio, il pepe nero, la paprika sono usati come spezie nella cucina moldava. Inoltre, vengono utilizzate abbondantemente verdure fresche, aneto, prezzemolo, porri, sedano.

Fin dai primi tempi sul tavolo viene servito il formaggio moldavo (brânză), che viene prodotto in salamoia in condizioni fatte in casa. Il formaggio viene utilizzato non solo come antipasto, ma anche come ingrediente in diversi piatti di verdure, uova, pasta e carne.

Sebbene il mais sia apparso in Moldavia relativamente di recente (17 ° secolo), occupa un posto importante nel menu moldavo. Il mais giovane (nel latte) viene cotto sulla pancetta, bollito. Viene utilizzato nella preparazione di zuppe, insalate, ecc. Dalla farina di mais viene preparata la famosa mămăligă, che a sua volta ha dato vita a un compartimento separato nella cucina moldava. La mămăligă è fritta, cotta, ripiena, consumata come piatto speciale e come contorno. Abbinata alla farina di grano, viene utilizzato nella preparazione di una vasta gamma di prodotti di pasticceria e confetteria.

Oltre ai metodi tradizionali di preparazione dei piatti (bollitura, frittura, tritatura), la preparazione dei piatti a fuoco aperto, alla griglia, è apprezzata dai moldavi. Pertanto, vengono preparati tutti i tipi di carne (di solito marinati nel vino), pesce, verdure, funghi e persino in alcuni casi, frutta. Al fine di preservare il loro succo e dare loro l'aroma, alcuni piatti sono cotti in foglie di vite, noce, cavolo.

La tavola da dessert dei moldavi non è meno originale. La grande varietà di frutta, vini da dessert, noci ha permesso la comparsa di un gran numero di combinazioni sotto forma di gelatine, succhi, marmellate (dulceață) e decotti (compot), frutta ripiena di noci, frutta nel vino, colțunași, plăcinte, copturi.

Gli esperti delle arti culinarie hanno un'opinione unanime, il valore della cucina non consiste nel numero di piatti esistenti, ma nella varietà di sfumature di gusto e aroma, nell'arte di combinare prodotti diversi. Secondo questi criteri, la cucina moldava, a nostro avviso, occupa uno dei posti di punta tra le cucine del mondo.

Vuoi imparare a cucinare il cibo tradizionale moldavo? Oggi è il tuo giorno fortunato!!! 

1 o giorno

Un'avventura gastronomica

Visite comprese:

Al Centro Artigianale "Casa Parinteasca" (La Casa dei Genitori) del villaggio di Palanca, conosceremo non solo i costumi tradizionali moldavi e le usanze etnografiche, ma impareremo anche a cucinare il piatto moldavo più famoso – "sarmale". 

Qui godremo anche un pranzo molto speciale, provando anche le "sarmale" – un tipo di involtini in foglie di cavolo o foglie di vite. I piatti tradizionali saranno serviti con il miglior vino locale, mentre il tè alle erbe, accompagnato da marmellate fatte in casa vi sorprenderà con il loro gusto incredibile. 

Dopo pranzo visiteremo il Museo del Miele di Raciula, conosceremo la vita delle api, assaggieremo diversi tipi di miele e altri prodotti a base di miele. 

Prima di ritornare a Chisinau faremo una visita al Monastero di Frumoasa. 

 

Pasti compresi:
  • Pranzo

Che Dice la gente

Più pareri ›

Cara Victoria!

Sono stata piacevolmente sorpresa dalla qualità e dal gusto dei vini rumeni e moldavi. Sono stata sorpresa dalla diversità dei vini e delle regioni da cui provengono. Il viaggio in Romania e il viaggio in Moldavia sono stati sia divertenti che educativi. Non solo ho imparato a conoscere i vini, ma anche i paesi. La Romania e la Repubblica di Moldavia sono paesi di sfida che più persone dovrebbero sperimentare. I servizi forniti erano eccezionali.

I piccoli extra che hanno aggiunto al tour hanno fatto la differenza e la nostra guida Victoria è stata la migliore! Il momento clou per me è stata la Vinia Winery di Iasi. Il viaggio in carrozza trainata da cavalli fino alla vigna, la raccolta della propria uva, la produzione del proprio succo, la tranquillità della terra e l'ascolto della banda di zingari è stata un'esperienza di una vita.

Ciao Victoria, grazie ancora per i tour della scorsa settimana! Mi sono divertito molto e tu sei un'ottima guida. Orheiul Vechi è stato davvero bellissimo e alcune foto sono state molto belle. Mi è piaciuto molto anche Chateau Vartely, quindi grazie per aver avuto l'idea di visitarlo.

Tiraspol era piuttosto interessante e bizzarro, e sono contento che ci siamo andati, anche con il freddo e la pioggia. La distilleria Kvint era molto buona. Ho dovuto resistere alla finitura dell'intera bottiglia. Spero di poter visitare di nuovo la Moldavia prima o poi troppo a lungo. Ti farò anche sapere ogni volta che vengo in Romania.

Potrei darle almeno quindici stelle ... Cristina è una guida esemplare, ti fa conoscere la Moldavia come nessuno mai. Alla pari se non migliore di quelli che lavorano in destinazioni decisamente più popolari. Esperienza da fare senza alcun dubbio.